Presentazione

DAB Italia è una società consortile per azioni autorizzata all’esercizio dell’attività di operatore di rete secondo le disposizioni del Codice per le comunicazioni elettroniche e del Regolamento dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni in materia di diffusioni radiofoniche in tecnica digitale.

DAB Italia è inoltre titolare dei diritti d’uso per la radiodiffusione sonora in tecnica digitale “nell’Area pilota del Trentino” nonché delle autorizzazioni alla sperimentazione nelle regioni dove si è concluso il passaggio alla televisione digitale.

Sono socie , con quote paritetiche, le seguenti imprese radiofoniche Radio DeeJay, Radio Capital, m2o, RDS, Radio Maria, Radio Radicale, Radio 24 - Il Sole 24 Ore, R101.

L’obiettivo primario di DAB Italia è rappresentato dall’attività di operatore di rete per la radiofonia digitale per questo scopo offre i propri servizi alle imprese partecipanti alla società e, se richiesto, ad altri concessionari e autorizzati alla diffusione di programmi radiofonici nazionali privati italiani .

DAB Italia svolge inoltre un’intensa attività di promozione e sviluppo delle tecnologie digitali applicate alla radiofonia.

L’attuale società consortile deriva dalla trasformazione del precedente consorzio DAB Italia costituitosi il 1° febbraio del 1996 con l'obiettivo di studiare e sperimentare forme innovative di radiodiffusione ed in particolare il sistema DAB (Digital Audio Broadcasting) . E’ stato è il primo consorzio italiano per la ricerca e la sperimentazione della radiodiffusione sonora in tecnica numerica, sia terrestre che da satellite. L’attività di diffusione in forma sperimentale, la prima condotta dalle imprese radiofoniche private italiane, è iniziata il giorno 8 ottobre 1998 ed ha interessato le aree più popolate del Piemonte e della Lombardia.

DAB Italia è dalla sua costituzione membro attivo del WorldDAB Forum (noto precedentemente come WorldDAB Forum). Nel corso di questi anni, il Club, anche attraverso l'impegno profuso all'interno del Forum, per il quale ha già ospitato l'Assemblea Generale nel 1999 e nel 2003, ha sviluppato contatti e collaborazioni con le organizzazioni internazionali e con le piattaforme radiofoniche oggi operanti in gran parte dei paesi europei.

DAB Italia è membro del Board del WorldDAB Forum e coordina la commissione Regulatory and Spectrum Committee (RSC) del medesimo forum.

A livello nazionale DAB Italia fin dal 2001 ha contribuito attivamente ai lavori del Comitato per lo Sviluppo dei Sistemi Digitali promosso dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, sulle cui basi l'Autorità ha redatto ed approvato nel 2002 il Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze per la radiofonia in tecnica numerica. Altrettanto impegno è stato profuso negli anni successivi in occasione di numerose fasi di consultazione con il Ministero delle Comunicazioni e con l’autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Nel 2010 e 2011 è intervenuto al “tavolo tecnico per l’avvio della radiofonia digitale”, recentemente sostenuto l’avvio della”area pilota Trentino”.

Attraverso la ARD ( Associazione per la Radio Digitale ) fondata da Rai Way, RNA ed AERANTI Corallo ha elaborato gli standard tecnici per i ricevitori commerciali per il mercato italiano